Intervista ad Aprilynne Pike!

Ciao faeries!
Girando su facebook ho trovato questa seried di domande che sono state fatte ad Aprilynne, sono molto interessanti, e ho pensato che vi avrebbe fatto piacere leggerle!

Enjoy!

1. Come e quando hai scoperto la tua passione per la scrittura? Quando hai incominciato a scrivere e perché?

Ho sempre scritto e raccontato storie fin da quando ero piccola. Anche se ho una laurea in scrittura creativa!

2. Ti ricordi dov’eri quando hai scritto per la prima volta e cosa hai scritto?

No! È stato tanto tempo fa!

3. Quando scrivi cosa provi?

Felicità!

4. Quanto tempo hai dedicato alla stesura di Wings? È stato facile scrivere l’intera saga?

Certi giorni era più facile scrivere che in altri! Scrivere un libro può sicuramente essere considerato un lavoro. Certe volte è stata veramente dura, specialmente nelle fasi di editing. Per quanto riguarda il tempo… è difficile da dire. Di solito posso scrivere e correggere un libro in un periodo che può andare dai 4 ai 9 mesi.

5. Rispetti tutte le opinioni dei tuoi fans? Come reagisci alle critiche?

Adoro i miei fan! Tendo a ignorare le critiche, a meno che non le ritenga utili per scrivere meglio il mio prossimo libro! Certe persone non amano i triangoli amorosi o le fate o i drammi adolescenziali. I miei libri certamente non sono fatti per loro! E va bene lo stesso.

6. Hai un posto preferito dove scrivere?

Sulla mia sedia d’ufficio… dovunque essa si trovi. Se c’è la necessita (ho 4 figli) scrivo spesso dovunque mi capiti. Qualche volta scrivo nei ristoranti, che è molto divertente.

7. Avevi o hai uno scrittore preferito? Una persona che t’ispiri?

Io adoro, adoro, ADORO Lois Lowry. E devo anche ringraziare molto Stephenie Meyer. Mi ha preso sotto la sua ala, mi ha insegnato molte cose riguardo all’industria editoriale, ha letto i miei progetti e mi ha incoraggiato a continuare a scrivere. Adesso sono amica di molti grandi autori e ne incontro di nuovi in continuazione. È un ottimo ambiente!

8. Che consiglio daresti a un aspirante scrittore?

Leggere, leggere, leggere! E scrivere, scrivere, scivere. ( e dopo controllare, controllare, controllare). C’è un detto che si avvicina a queste parole. Non so chi l’abbia detto per primo, o se riguarda la scrittura, la corsa, o altro, ma può essere applicato per molte cose nella vita. Il detto è “ Primo passo: iniziare a scrivere; non c’è un secondo passo.”

9. Quando hai scritto il tuo primo libro, è stato difficile trovare un editore?

Trovare un editore non è stato difficile quanto trovare un agente! È stato un lungo processo e ho speso molto tempo a capirne i meccanismi. Ci sono molte informazioni su internet, anche se, ho usato molto agentquery.com nelle mie ricerche. Il campo editoriale si sta evolvendo e molte persone stanno diventando e-publishing invece che agenti e editori. Ma in questo caso sono felice di aver imboccato la strada tradizionale, non scambierei il mio agente e il mio editore per nulla al mondo!

Annunci

Defy The Dark

Ciao faeries!!
Aprilynne continua a stupirci! A giugno uscirà (in america, ovviamente) “Defy the Dark”, un libro di Short Stories scritte da vari autori tra cui lei!!

Per farci un regalo ha postato la prima facciata della sua storia!

x2_10851c09

x2_10851ca1

Nuovo libro per Aprilynne Pike?

A quanto pare Aprilynne Pike è in piena attività: non solo quest’estate usciranno due nuovi libri, Earthbound e Life after Theft, ma altri due libri sono in fase di stesura!!

Il così detto “Mystery Book” e il “Seekrit Book” di cui ha fatto cenno su Twitter poco tempo fa postandone un estratto:

5

“Lui ha bisogno di me”, dissi, la meraviglia di questo mentre si diffondeva nelle mie vene come del caldo sciroppo d’acero.

Estratti da Earthbound #16

1

“Le allucinazioni sono un ordinario effetto collaterale di una botta alla testa. Le tasche magiche però no.”

2

“Tutte le persone di cui avrei avuto bisogno nella mia vita sono morte.”

22

“Non sono pazza. E per questa volta, forse ho ragione.”

23

“Tu questo non lo sai”, sussurrò lui, la sua voce era colma di agonia che io avevo il disperato bisogno di guarire.

24

” è bellissimo alla luce del mattino”