Estratti da Life After Theft #2

lat

As she’d promised, Kimberlee was waiting for me after school, just inside the front doors. “Finally,” she muttered.
I pushed open the door and instinctively held it a few seconds to let Kimberlee out. She snickered as she walked by. “Holding the door for your imaginary friend?”
“That’s only an insult to yourself.”
She tossed her hair. “Whatever. Where’s your car?” she asked.
I grinned. I couldn’t help it. A black BMW Z4 convertible was my mom’s idea of a good, sensible car. Something about them lasting forever?

Come aveva promesso, Kimberlee mi stava aspettando dopo scuola appena dentro le porte principali.
“Era ora.”, borbottò.

Spinsi la porta e instintivamente la tenni aperta per qualche secondo per far passare Kimberlee. Lei rise sotto i baffi e mi passò davanti. “
Tieni la porta aperta alla tua amica immaginaria?

“Questo è solo un insulto a te stessa”

Lei siriavviò i capelli. “Comunque. Dov’è la tua macchina?” chiese.

Ridacchiai. Non potevo farne a meno. Una BMW Z4 nera convertibile rappresentava per mia mamma l’idea di una buona e ragionevole macchina. Qualcosa di loro rimaneva per sempre?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...