Estratti da Earthbound (-22)

earthboundfull

I describe him to Elizabeth in general terms: tall, blond, kinda tan. But those parts don’t add up to him. He’s more. Infinitely more. My fingers trace the edges of the table, pulling the pen and legal pad closer. “He has this look to his eyes,” I say, and I barely watch my own fingers as they shape the planes of his face—those dramatic angles that are so unique to Quinn.
I’m halfway done with the rough sketch before I realize I’m drawing.
I’m drawing.
My hands begin to tremble so hard I can’t put the pen back on the paper without making wavy lines. I came here thinking about Benson and now I’m drawing Quinn. Drawing, for the first time since the accident, and—
I slam the pen down on the table.

 

 

 

Lo descrivo ad Elizabeth in modo generale: alto, biondo, quasi abbronzato. Ma quelle parti non lo rappresentano del tutto. Lui è di più. Infinitamente di più. Le mie dita scorrono sui bordi del tavolo, spostando più vicino a me la penna e il block notes. “Lui si descrive in questo modo.” Dico e guardo a malapena le mie dita che mentre modellano i contorni del suo viso – quei lineamenti marcati di Quinn che sono così unici.

Sono a metà dello schizzo prima che realizzo che sto disegnando.

Sto disegnando.

Le mie mani iniziano a tremare così forte che non riesco a poggiare la penna sul foglio senza fare delle linee ondulate. Ero venuta qua pensando a Benson e ora sto disegnando Quinn. Disegnando, per la prima volta dopo l’incidente, e –

Sbatto la penna sul tavolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...